Calenzano: Malpezzi (Prc), “inaccettabile l’immobilismo per Agile-Eutelia”

CALENZANO – La vicenda Agile ex Eutelia rimane irrisolta, nonostante l’accordo nazionale risalga al 23 gennaio scorso. L’accordo prevedeva una serie di interventi che, ad oggi, appaiono inapplicati. Il segretario provinciale di Rifondazione Comunista, Andrea Malpezzi, afferma “la sua vicinanza ai lavoratori che ancora si trovano in una situazione di forte incertezza e precarietà”. il segretario del Prc spiega che “non è accettabile che le istituzioni non mantengano gli impegni presi. In Toscana ci sono ancora circa 80 lavoratori che aspettano che venga messo in pratica quanto deciso lo scorso gennaio, ovvero ammortizzatori sociali consistenti e riassunzioni. Come Rifondazione, chiediamo che la Provincia di Firenze, unitamente al Comune di Calenzano, sul cui territorio si trova la filiale toscana dell’azienda, si attivino in tempi brevi per rendere effettivo quanto finora è rimasto sulla carta. Sarebbe un’occasione importante per l’amministrazione pubblica di dimostrare la propria vicinanza e il proprio impegno concreto a  quei lavoratori, sempre più numerosi anche sul territorio fiorentino, che vivono un momento di difficoltà e di incertezza”.