L’assessore regionale Simoncini conferma l’incontro del 14 settembre con i candidati all’acquisto della Richard Ginori

FIRENZE – La Regione Toscana, con un comunicato, conferma il tenore interlocutorio della riunione di questa mattina sulla crisi della Richard Ginori e annuncia pure l’incontro per venerdì 14 settembre nel corso del quale i “pretendenti” all’acquisizione della manifattura sestese presenteranno i propri piani industriali.
“Abbiamo preso atto – afferma l’assessore regionale Gianfranco Simoncini – della volontà dei liquidatori di presentare la proposta di concordato preventivo nella prima data utile rispetto alla nuova normativa, cioè il prossimo 11 settembre. Alla proposta saranno allegate le offerte oggi in via di formalizzazione. Abbiamo appreso dai liquidatori che, oltre alle tre già in stato di avanzata definizione, c’è anche una quarta proposizione di interesse, ancora in fase di elaborazione e che tutte e tre le offerte già definite (Pintinox, Lenox e Sambonet, ndr) sembrano comunque soddisfare le esigenze del concordato preventivo”.
L’assessore Simoncini ha ribadito che la Regione” considera quella della Ginori una vertenza simbolo” ed ha sottolineato “la necessità che, dal confronto in atto, esca la conferma della toscanità dello storico marchio, della presenza industriale su Sesto Fiorentino, il mantenimento dell’occupazione e della qualità delle produzioni”.