Misericordia, ecco “Il primo passo”: per combattere la dipendenza da gioco ora c’è anche uno Sportello

CAMPI BISENZIO – Uno Sportello contro le “ludopatie”. E’ quello che sarà presentato domani, sabato 19 maggio, a partire dalle 10, grazie a un evento organizzato dalla Misericordia di Campi presso l’Oratorio Don Bosco e che servirà, fra l’altro, non solo a presentare la nascita di questa iniziativa, ma anche a portare a conoscenza  della popolazione e degli enti del territorio,  dell’esistenza di uno Sportello – al momento unico nel territorio fiorentino – presso la sede della Misericordia di Campi; altri due sportelli sono situati invece rispettivamente ad Agliana e al Lido di Camaiore, sempre nei locali della Misericordia. L’evento di presentazione, che è aperto a tutta la popolazione del territorio e  vedrà la partecipazione del presidente di Federazione Toscana Misericordie, Alberto Corsinovi, dell’assessore regionale alla sanità Stefania Saccardi, e del presidente dell’associazione Preludio, Chiara Sambaldi; invitati inoltre a partecipare i Coordinamenti delle Misericordie Toscane, le Caritas, i parroci, i SerD territoriali, i Carabineri, la Polizia municipale, le  associazioni di volontariato e sportive, dirigenti delle scuole del territorio.

La Federazione ha attivato un numero verde,  a cui si potrà rivolgere chi si trova in difficoltà 800.405083; le chiamate verranno in seguito convogliate su un cellulare dedicato, di cui  verranno forniti i numeri dall’operatore in ascolto. Maggiori informazioni sull’iniziativa verranno fornite la mattina dell’evento.

Lo Sportello della Misericordia di Campi – già attivo su approvazione del Magistrato – si trova presso Villa Il Palagio-sala archivio e  gli addetti sono  tutti volontari. Il servizio che viene offerto è gratuito.
Uno Sportello chiamato “Il primo passo” proprio perchè  si propone di accogliere e ascoltare, in modo discreto ed assolutamente “non giudicante”, tutte le persone che si trovano in un momento di difficoltà (familiare,  economica, psicologica e di altro tipo) a causa di problematiche legate al gioco; i volontari, attraverso colloqui individuali,  sapranno indirizzare le persone che chiederanno aiuto,  verso i percorsi più opportuni per affrontare e risolvere le loro problematiche.

“Questo nuovo servizio – spiega il Provveditore Cristiano Biancalani – va ad aggiungersi agli altri servizi di carità che la Misericordia di Campi Bisenzio eroga a favore dei propri soci e della cittadinanza, che da tempo ha rivolto lo sguardo oltre i classici servizi per assolvere ai nuovi bisogni che i tempi moderni determinano. Un grazie al vice-provveditore Monica Brogi perché, grazie a lei, siamo una delle tre associazioni che iniziano a operare in questo ambito, e a quei volontari che hanno dato la disponibilità per questo delicato servizio”.