Nidi comunali, da lunedì scatta la telefonata “salvavita” alle famiglie

LASTRA A SIGNA – Una telefonata può davvero salvare la vita. Da lunedì 18 giugno nei nidi comunali di Lastra a Signa se entro l’orario di ingresso il bambino è assente e nessuno dei genitori o parenti ha chiamato la struttura per avvertire, sarà il personale del nido a chiamare la famiglia per assicurarsi che il bambino sia in loro custodia. Il nuovo servizio permetterà di ridurre i rischi di casi di bambini lasciati in auto da soli, esposti al sole. Casi che si sono verificati negli ultimi anni anche in Toscana, sfociati in tragedie.

“I tragici episodi accaduti negli ultimi anni ci hanno fatto riflettere – ha spiegato l’assessore alla Pubblica istruzione Elena Scarafuggi -. Abbiamo così deciso di applicare nei nostri nidi questa semplice accortezza che può avere un valore grandissimo”.
In tutto i bambini interessati dal servizio sono 120, iscritti ai nidi Skolè, Caci, Lastra a Signa e Carcheri.