Sesto Fiorentino: celebrazioni dei cento anni dalla nascita di don Eligio Bortolotti (2)

SESTO FIORENTINO – “Quello di don Eligio Bortolotti è stato un sacrificio non cercato, non voluto, ma non rifiutato” Così padre Ferruccio Zammataro della parrocchia di Querceto (Oblati di san Giuseppe) ricorda il sacerdote ucciso in località Baroncoli dai tedeschi il 5 settembre 1944 mentre si celebrava a valle la Liberazione. Eligio Bortolotti era nato nel 1912 e quest’anno, in occasione del centenario, la parrocchia insieme al Comune di Sesto Fiorentino ha organizzato una serie di iniziative per ricordare il parroco “mandato tra la gente e che è sempre stato con la gente”. “L’obiettivo – spiega padre Ferruccio Demarcus curatore del libro su don Bortolotti – è rendere vivo il senso della memoria, rivivere, ripensare e cercare di togliere qualche steccato e con quello magari fare qualche ponte in più”. Ad aprire le celebrazioni sabato 1 settembre in piazza Vittorio Veneto dalle 8.30 alle 12.30 sarà allestita una mostra fotografica su Padre Eligio “Una vita per…”. Il Comune il 28 ottobre consegnerà alla memoria di don Bortolotti le Seste d’oro. “Consegneremo le Seste d’oro – ha detto il sindaco Gianni Gianassi – alla parrocchia perché le custodisca come custodisce il ricordo di padre Eligio. Il 28 ottobre, giorno di nascita di Eligio Bortolotti, il Comune depositerà la corona a Padre Eligio e verrà inserito nel cerimoniale ufficiale per le manifestazioni del 25 Aprile e del Primo settembre”.