Sesto Fiorentino: i Ds rispondono all’assessore Conti “le barriere ci sono eccome, eccone alcune”

condizioni di accessibilità del presidio Asl di via Gramsci, la Scatola Nera. La Asl aveva informato che non vi sono presenti nella sua sede barriere architettoniche, mentre l’assessore aveva ricordato che quell’immobile non è di proprietà comunale. “Come fa a non vedere – dicono i Ds – che il parcheggio sul retro, sempre pieno fino all’inverosimile, fra l’altro pubblico costituisce una barriera architettonica? Dove sono gli stalli di sosta, riservati ai portatori di handicap, che hanno una larghezza tale da consentire l’apertura completa della portiera per permettere l’affiancamento della carrozzina all’auto ed agevolare i trasferimenti automobile/carrozzina? E i percorsi pedonali segnalati? E che dire delle numerose griglie, delle lastre di ferro e dei dossi posti lungo il percorso? Ma da dove passa l’assessore/presidente per recarsi negli uffici della Società della Salute? Ma tanto che importa, la Scatola nera”non è mica di proprietà comunale”. I Democratici per Sesto segnalano altri luoghi pubblici dove sono presenti le barriere architettoniche. “Ma visto che siamo in periodi di colpi di sole e di rapidi sopralluoghi – conclude la lista civica – perché non effettuare una visitina ai gabinetti pubblici di piazza del Mercato, o alla palazzina sede attuale dei lavori pubblici in via Cavallotti, oppure alla sede dell’Istituzione SestoIdee in via Gramsci? Decisamente dovrebbero essere tutte di proprietà comunale e come barriere architettoniche ed accessibilità andiamo davvero maluccio”.