Sesto Fiorentino: tempi più veloci per il Parco della Piana (2)

SESTO FIORENTINO – Con l’approvazione della variante al regolamento urbanistico, approvata dal Consiglio ieri, dovrebbero essere abbreviati i tempi per la creazione del parco della Piana. L’iter per la realizzazione delle prime opere del parco comprende, parallelamente, anche un accordo tra il Comune e i proprietari delle aree interessate dalla futura pista ciclabile, collocate tra via dell’Osmannoro e via di Limite. L’accordo è già stato sottoposto a gran parte dei proprietari e prevede che questi ultimi consentano l’uso pubblico delle aree in questione e la realizzazione delle sistemazioni ambientali previste dal progetto. Da parte sua il Comune s’impegnerà invece a sue spese alla sistemazione e alla manutenzione del tratto di strada in questione con le caratteristiche di un percorso campestre, nonché all’installazione di alberature e arbusti e alla loro manutenzione e sostituzione, quando sarà necessario. Se sarà raggiunto il numero di adesioni ritenuto sufficiente a garantire la continuità dell’intervento, il Comune non procederà alla procedura di esproprio per pubblica utilità. “In questo modo – ha spiegato l’assessore all’urbanistica Maurizio Soldi – pensiamo di accorciare notevolmente i tempi e di procedere con le opere in tempi più brevi e con costi minori rispetto a quello che accadrebbe procedendo agli espropri”. La realizzazione della pista ciclabile tra il Polo scientifico universitario di Sesto Fiorentino e la Villa Montalvo, a Campi Bisenzio, è stata decisa dal protocollo d’intesa sottoscritto dal Comune di Sesto e dalla Regione Toscana nell’aprile 2009, che prevedeva anche un finanziamento regionale in buona parte già erogato. Il tracciato del percorso ciclabile è stato invece delineato dal programma-stralcio per l’attuazione del parco della Piana approvato dall’amministrazione sestese nell’ottobre scorso.