Signa: per gli alberghi è arrivata l’imposta di soggiorno

SIGNA – E’ stata applicata dal 1 agosto di quest’anno, da parte delle strutture turistiche l’imposta di soggiorno il cui regolamento è stato approvato al consiglio comunale nel giugno scorso. Il gettito d’imposta è destinato a finanziare esclusivamente gli interventi, previsti nel bilancio di previsione del Comune, in materia di turismo, ivi compresi quelli a sostegno delle strutture ricettive, nonché interventi di manutenzione, fruizione e recupero dei beni culturali ed ambientali, e i relativi servizi pubblici locali. L’imposta viene pagata dai non resideti a Signa per ogni pernottamento nelle strutture ricettive ubicate nel territorio comunale. Solo per le strutture alberghiere, l’imposta è dovuta da ciascuna persona per ogni notte di soggiorno, fino ad un massimo di due notti consecutive. Il costo per gli alberghi a 1 e 2 stelle sia in alta che in bassa stagione è di 1 euro, per i tre stelle 2 euro in alta stagione e 1,50 in bassa, per i 4 stelle 3 euro alta stagione e 2,50 in bassa stagione, negli alberghi a 5 stelle l’imposta è di 4 euro in alta e 3,50 euro in bassa stagione. Nelle residenza turistiche alberghiere sia in alta che in bassa stagione è di 1 euro, così come per i Bed and Breakfast, per le aree di sosta, per i campeggi e per le case e appartamenti per le vacanze e per gli affittacamere, per gli agriturismi e per le residenze storiche in alta stagione è di 2 euro e di 1,50 in bassa stagione. A Signa sono presenti 2 Bed and Breakfast e un Bed and Car, 4 Hotel a tre stelle, 6 affittacamere e 2 case vacanza.