Signa: sciopero e presidio alla Teckna di via Amendola. Fiom-cgil esprime preoccupazione per la continuità dell’azienda

SIGNA – Hanno scioperato per due ore, dando vita ad un presidio davanti allo stabilimento di via Amendola, i lavoratori della Teckna Impianti srl che da tempo registra “forti ritardi nella retrivuzione dei dipendenti ad oggi solo parzialmente recuperati”.
Alla Teckna lavorano, che si occupa di elettronica realizzando impianti di telecontrollo, lavorano attualmente 48 dipendenti.
“A fine giugno dopo una fase di agitazione dei lavoratori ,si era aperto un tavolo di trattativa nella quale l’azienda si è impegnata in un piano di rientro degli stipendi concordato con le Rsu e votato in assemblea – si legge in un comunicato della Fiom-cgil – l’azienda si era inoltre impegnata a mettere a disposizione tutta la documentazione relativa alla situazione economica”. Ma quella documentazione non è stata prodotta nei termini concordati e così la Rsu della Teckna, esprimendo forte preoccupazione per la continuità dell’azienda, ha deciso di dichiarare le due ore di sciopero che si sono tenute dalle 10 alle 12 di oggi.