Assegno di mantenimento ai figli, cosa accade quando diventano economicamente indipendenti

Inviato da lettore

Domanda :

Buonasera, sono separato da diversi anni e ho sempre pagato regolarmente
un assegno per le mie figlie. Una di loro però è ormai maggiorenne e
ha trovato lavoro. Posso sospendere l’assegno per lei? E posso farlo
autonomamente? Grazie per la risposta

Risposta :

Il genitore tenuto all'obbligo di contribuzione al mantenimento non ha il diritto di interrompere di libera iniziativa il pagamento dell’assegno, ma è necessario ottenere una modifica delle condizioni di separazione/divorzio. La modificazione delle condizioni è il provvedimento che viene emesso dal Tribunale su richiesta di uno o di entrambi i coniugi separati qualora si sia verificato un mutamento delle condizioni esistenti e considerate al momento dell’omologazione, della pronuncia di separazione o dell’accordo raggiunto con la negoziazione assistita. Una delle ipotesi di mutamento delle condizioni può certamente essere, come nel nostro caso, la raggiunta indipendenza economica del figlio maggiorenne. Occorre precisare che l'obbligo dei genitori di concorrere tra loro al mantenimento dei figli non cessa automaticamente con il raggiungimento della maggiore età, ma sussiste fin quando il genitore interessato alla dichiarazione di cessazione dell'obbligo non fornisca idonea prova che il figlio abbia raggiunto l'indipendenza economica ovvero nell'ipotesi in cui il mancato esercizio di un'attività lavorativa dipenda dall'inerzia del figlio o a causa del rifiuto ingiustificato del figlio a lavorare per provvedere al proprio sostentamento. Il genitore obbligato al versamento dell'assegno di mantenimento nei confronti del figlio maggiorenne può quindi chiederne la cessazione quando quest'ultimo abbia raggiunto uno status di autosufficienza economica tale da consentirgli di potere provvedere completamente ed autonomamente alle spese necessarie per far fronte alle proprie esigenze di vita. Ricordiamo che in alternativa al provvedimento giudiziale, è ora possibile concordare la modifica delle condizioni di separazione mediante un accordo da raggiungersi con la negoziazione assistita da un avvocato o attraverso separate dichiarazioni dei coniugi rese davanti al sindaco, quale ufficiale dello stato civile. Avv. Francesca R. Passalacqua