Assegno di mantenimento ai figli, cosa accade quando diventano economicamente indipendenti

Buonasera, sono separato da diversi anni e ho sempre pagato regolarmente un assegno per le mie figlie. Una di loro però è ormai maggiorenne e ha trovato lavoro. Posso sospendere l’assegno per lei? E posso farlo autonomamente? Grazie per la risposta

Famiglie e disabilità, cosa dice la legge “Dopo di noi”

Buongiorno. Sono made di un ragazzo disabile e ho sentito parlare da alcuni conoscenti di una nuova legge per aiutare i figli quando noi genitori non ci saremo più. Posso avere qualche informazione? Grazie

Interruzione di gravidanza, diritti della madre e del padre

Salve, tre anni fa mi è successa una cosa per cui vorrei chiedere il risarcimento dei danni. Allora vado al punto, stavo insieme con la mia ex ragazza che era minorenne, era rimasta incinta e avevamo deciso di tenere il bambino ma siccome io ero via per lavoro i suoi hanno scoperto e l’hanno portata […]

Canne fumarie e appartamenti, quali sono le normative

Buonasera, volevo chiederle un parere in merito ad una situazione di disagio che vivo nel condominio dove abito, relativamente alle canne fumarie, ad uso privato, delle stufe a pellet. Premetto che abito al 3° ed ultimo piano di un condominio, dove accanto alla finestra della mia cucina sono state passate 2 canne fumarie rispettivamente provenienti dal 2° e 1° piano. Con l’entrata in vigore delle nuove disposizioni in materia, qualche condomino possedeva stufe a pellet con canna fumaria a parete, sicchè l’amministratore, dopo un’assemblea, ne chiedeva la messa a norma. Le canne fumarie, che passano esternamente alla facciata del palazzo, da allora sono state portate a tetto ma mi pare non rispettando le reali normative, né come altezza e né come composizione, anche perché le stesse vengono allestite in monocamera e non coibentate come dovrebbe essere, e per lo più una di queste, in particolare, sarà per l’inclinazione sbagliata, sarà per la scarsa altezza, mi provoca il disagio di portarmi il fumo in casa, sicchè sono costretto a chiudere la finestra della cucina. Facendolo presente all’amministratore, lo stesso, mi risponde che lui non risponde di questa situazione, perché si tratta di una cosa privata. Così faccio una lettera intestata a l’asp e all’ufficio tecnico del Comune dove abito e per conoscenza anche all’amministratore. Dopo di che, un giorno, arriva il medico dell’aps che dopo una verifica rapporta che la canna fumaria incriminata scarica il fumo in casa mia, inviandone copia all’amministratore. Da allora sono passati diversi mesi e non è stato preso alcun provvedimento e ora ho fatto un sollecito agli organi competenti citati prima. Ora sostanzialmente vorrei sapere se: L’amministratore è esente da ogni responsabilità anche del fatto di non aver vigilato sui lavori; se la canna fumaria descritta è a norma “all’altezza di 50 cm oltre la grondaia orizzontale, distante circa 70 cm dalla mia finestra (dove entra il fumo) e a 2 cm dal passamano del balcone”. Faccio presente in oltre che la stessa mi occupa la visuale andando a formare con la seconda canna fumaria, proveniente dal 2° piano, un ammasso di tubi. Cordiali saluti

Contratti di convivenza, quali sono i diritti

Ho sentito parlare di contratti di convivenza. È possibile avere qualche informazione in più? Si possono già fare? Grazie per la risposta

Strade condominiali, pozzi e spese

Buongiorno Mi trovo in un condominio formato da 3 unita singole e da 2 bifamiliari, per un totale di 7 utenze Nel viale che attraversa 4 utenze c’è strada condominiale con una tubatura per le acque nere che si immette sul canale comunale fuori del parco ed un pozzo con pompa dove riversano gli altri […]

Fattura troppo alta di un professionista, come comportarsi

Salve, dovevo fare dei lavori in casa mia ed avendo un amico di famiglia geometra, ho deciso di incaricare lui di fare qualche lavoro per conto mio. mi ha chiesto mille euro di acconto, che io ho dato in contanti ed ha iniziato a fare non so cosa. Dopo sei mesi mi chiama e mi […]

Cauzioni, come si recuperano

Gentile avvocato Avrei bisogno di un consiglio. Nel 2010 il mio compagno ha preso in affitto una casa ed io gli ho fatto da garante versando inoltre metà del anticipo delle cauzioni. Al momento i miei rapporti con il mio compagno sono cambiati e io vorrei recedere come garante e se possibile recuperare anche il denaro. […]

Privacy in condominio

Salve. Abito in un condomino di 25 persone, sono in ritardo con alcuni pagamenti perché ho perso il lavoro. Rientrando a casa la settimana scorsa ho visto che sulla bacheca del condominio dietro la porta di ingresso c’era un foglio con scritto che il sottoscritto era pregato di pagare il debito pari ad euro … […]

Locazione e ospitalità, qualche chiarimento

Gentili avvocati, sono a richiedere alcune informazioni sul cambio di residenza dato che le risposte avute finora sono state abbastanza evasive. Devo prendere la residenza presso l’abitazione della mia partner che risiede in un altro comune. Specifico che non siamo sposati e nemmeno iscritti al registro delle unioni civili. Il Comune di residenza della partner, […]