Il XIV luglio: presa della Bastiglia? No, la battaglia della Fonte dei Seppi

SESTO FIORENTINO – Una delle vie traverse di viale della Repubblica, a Sesto, si chiama via XIV Luglio. A ricordare la presa della Bastiglia, del 14 luglio 1789, verrebbe da pensare, e invece no. La data che qui si vuole commemorare è il 14 luglio 1944: la battaglia della Fonte dei Seppi.
Raccontano le cronache che la mattina di quel 14 luglio un piccolo gruppo di partigiani (12 o 14 persone, a seconda de racconti che discordano) di una delle “bande” presenti a Monte Morello, nel tentativo di andare a difendere dei contadini dalle razzie dei soldati tedeschi, fu preso poco sopra “gli Scollini” nel fuoco incrociato di due mitragliatrici. Del gruppo, uno soltanto si salvò, Silio Fiorelli detto appunto Saltamacchie, che si dice approfittò della nube di polvere per sctrisciare per terra senza mai alzarsi, saltando poi giù attraversando macchie arbusti e pruni, e raccontando l’accaduto. Nello scontro aveva perso il fratello Egizio Fiorelli.
Sul seguito, ci sono poi racconti discordanti. Secondo una versione, il comandante di una brigata partigiana, Loder Pirro detto “Gambalesta” nonostante l’altissimo rischio di incontrare dei nemici tornava da solo poche ore dopo sul teatro dello scontro, al fine di nascondervi sottoterra alcuni contenitori con i nomi dei morti, per mantenerne la memoria. Secondo altre versioni dei sopravvissuti, furono don Ezio Giovannini, giovane prete di Colonnata, e altri contadini della zona che, al momento di dare una sepoltura un minimo degna ai ragazzi nei piccoli appezzamenti coltivati attigui alla zona del combattimento, ne segnarono il nome. Secondo alcuni, con un biglietto attorno al braccio, secondo altri, con un foglio dentro una bottiglia posta vicino alle gambe.
I racconti e i ricordi, dopo tanti anni, sono poco chiari.
seppi 2Di recente il tentativo di dare una ricostruzione dellavvenimento, e di mantenere la memoria dei caduti è stato fatto da Stefano Fiorelli, sestese membro dell’Anpi (e figlio del sopravvisssuto Silio) con una mostra fotografica, “la Battaglia della fonte dei Seppi”. La mostra è stata ospitata sotto le logge del Comune di Sesto e poi in tanti centri della Toscana; “adesso, per il settantesimo anniversario- racconta Fiorelli – stiamo aspettando il via libera dell’assessore per portare la mostra anche nelle scuole”. Continua

Francesca Gambacciani

Nelle foto, via XIV Luglio e il 70° anniversario della Battaglia commemorato questa estate dal sindaco Sara Biagiotti