#recuperalapiana: due segnalazioni sulle stazioni a Sesto

SESTO FIORENTINO – Le stazioni ferroviarie al centro di due vostre segnalazioni per #recuperalapiana, una campagna lanciata da piananotizie.it per raccogliere osservazioni sulle aree abbandonate o degradate e proposte su come migliorarle. Una riguarda l’Officina grandi riparazioni all’Osmannoro e l’altra l’area accanto alla stazione centrale.

“Abbandonata non è – scrive Fortunato – ma certamente sottoutilizzata. Parlo della ferrovia che collega Firenze Rifredi all’Osmannoro e che tutti vediamo entrando o uscendo dall’autostrada, alta con i suoi piloni possenti e con le strutture rivestite di pannelli di colore blu. Là sopra corrono due binari, ma la sede ne potrebbe contenere un’altro. Quella infrastruttura fu ideata negli anni novanta per collegare con un binario le officine e con gli altri due Firenze a Campi Bisenzio per poi proseguire e collegarsi ai Renai con la linea Firenze – Pisa. Lungo tale linea era prevista la costruzione di quattro fermate: Perfetti Ricasoli (già costruita e inutilizzata ), Aeroporto, Peretola Cupolina, Quaracchi e logicamente Campi Bisenzio. Inoltre, quel tratto di linea avrebbe velocizzato il collegamento Firenze- Pisa in riferimento all’aeroporto riducendo la percorrenza a quarantacinque minuti con fermate a Empoli e Pontedera. Attivato il tratto in esercizio il 17/12/2003, attualmente la percorrono soltanto materiali vuoti diretti per riparazione e pulizia alle officine. Chissà se sarà mai completata”.

L’altra segnalazione arrivata in redazione a piananotizie.it invece riguarda “quello spazio inutilizzato – scrive Stefano – alla stazione (piazza Galvani). Potrebbe essere usato per costruire un parcheggio per chi utilizza il treno per andare a lavoro sia a Firenze che a Prato, facendo così si potrebbe dare un’altra destinazione a quella discarica”.