Sesto Fiorentino: scioperano i “postali” in via Pasolini. Difficoltà per la viabilità

SESTO FIORENTINO – Presidio dei lavoratori di Poste Italiane, affiancati da numerosi rappresentati delle Rsu di altre aziende locali, davanti all’accesso del Cmp di via Pasolini. La loro protesta, iniziate alle 13 e in programma fino alle 14.30, ha causato non pochi problemi alla viabilità nonostante l’impegmo di polizia municipale, carabinieri e agenti della polizia di Stato. La manifestazione era stata indetta da Cgil e Cisl per protestare contro i tagli previsti dall’azienda e la chiusura di 19 piccoli uffici postali. Le organizzazioni sindacali hanno organizzato la manifestazione davanti al centro di smistameno (Cmp) di via del Termine. I tagli colpiscono tutti gli uffici postali in misura del 20% provocando, dicono i sindacati, disservizi nella gestione della corrispondenza. Già dal 30 luglio la ristrutturazione ha interessato gli uffici postali di Borgo San Lorenzo, Bagno a Ripoli, Figline Valdarno, Barberino di Mugello, Pontassieve e Tavarnelle Val di Pesa. Dal 3 settembre sotto la scure della ristrutturazione ci saranno anche gli uffici postali di Sesto Fiorentino, Scandicci, Empoli e Fucecchio e dalla metà di settembre quelli di Firenze.

Seguono aggiornamenti.