Calenzano: “Il mestiere più antico del mondo” apre Scrittori al Castello

CALENZANO – Oggi, venerdì 8 giugno, alle18 all’Altana del Castello di Calenzano si terrà lìincontro con Antonio Leotti autore di “Il mestiere più antico del mondo”, il racconto tragicomico di un agricoltore, per amore e per forza.  Il declino inesorabile di una intera categoria, dimenticata a dispetto della retorica mediatica del vivere verde, del cibo naturale, del mito infondato della genuinità. E poi la rovina rappresentata dal mercato globale, la limitatezza e l’ottusità delle teorie economiche che, viste dal fondo di un campo coltivato, hanno l’attendibilità di un oroscopo. La realtà che gli agricoltori stanno vivendo, al di fuori di ogni retorica, per chiedere al Paese se l’agricoltura abbia ancora diritto di vivere. Interverranno:  Raffaella Grana, Presidente Regionale di Slow Food, Gianni Salvadori, assessore regionale all’agricoltura. Seguirà merenda con i prodotti del territorio a cura di Slow Food Scandicci.