Campi Bisenzio: Alleanza cittadina, “La macchina comunale è saltata, il personale nel caos”

CAMPI BISENZIO – “Il personale del Comune è nel caos più completo”. Lo affermano gli esponenti di Alleanza cittadina per Campi l’associazione che ha sede in via Buozzi che esprime l’omonimo gruppo consiliare composto da Alessandro Tesi, Antonio Esposito e Piero Fedi.

Alleanza cittadina parla apertamente di un recente caso registrato in Comune dove, una dirigente di un ufficio piuttosto delicato per la funzionalità della macchina comunale, ha ricevuto provvedimenti disciplinari. Inutile entrare nel meccanismo della vicenda ma, ciò che criticano i consiglieri di Alleanza cittadina, “il problema è che questo dirigente si è contrapposto al funzionario responsabile del servizio stesso e anche al direttore generale – spiega Tesi – tanto che si è giunti perfino ad ipotizzare che all’interno dell’ufficio si siano costituiti diciamo due partiti di sostenitore dei due responsabili”. Una situazione insostenibile, continua Fedi, “perché non è tollerabile che si stia per ore a spedirsi corrispondenza interna per autotularsi, da parte dei dirigenti, e che l’amministrazone non intervenga nella riorganizzazione dell’intero personale”.

Antonio esposito sottolinea che “se la macchina comunale non funziona produce costi e aggravi finanziari nella già difficile situazione economica del Comune – di conseguenza. Vogliamo far capire ai cittadini che così la vicenda non può continuare”.

Sulla vicenda specifica, poi, Alleanza citadina chiede si verifichino tutti gli estremi della questione in modo di risolverla in maniera definitiva per portare nuova efficienza in uno degli uffici strategici del comune di Campi.

“Il vero problema, comunque – conclude Tesi – è che il caos imperversa negli uffici comunali dove non è raro ricevere, da uffici diversi, ndicazioni e richieste contrapposte e contraddittorie sul medesimo quesito”.

D. C.