Campi Bisenzio: obiettivo sicurezza al centro commerciale I Gigli

CAMPI BISENZIO – In un luogo di aggregazione come i centri commerciali è importante garantire la sicurezza per lavoratori e frequentato. Al centro commerciale I Gigli di Campi Bisenzio, visitato ogni giorno da circa 44mila persone con punte anche di 80mila visitatori in alcune occasioni particolari, da 9 anni sono presenti due defibrillatori. Oltre defibrillatori, collegati in zone strategiche della galleria commerciale, anche il personale della vigilanza è addestrato alle manovre Bls da attuare in caso di emergenze. Periodicamente il personale partecipa ad aggiornamenti ed esercitazioni pratiche. “Garantire la sicurezza in un luogo affollato è strategico e responsabile – spiega il direttore de I GigliI Yashar Deljoye Sabeti – da sempre il centro commerciale è impegnato per garantire ogni forma di tutela nei confronti del personale dei punti vendita e dei tanti frequentatori sia in caso di un piccolo incidente come nell’eventualità di un evento più serio”. Ma non sono molti ad essere dotati di simili strumenti di emergenza. “Ciò che sconcerta di più, a distanza di 9 anni dalla prima istallazione che facemmo a I Gigli – afferma Stefano De Robertis, responsabile marketing di Eurocommercial Properties, società proprietaria I Gigli – è che molti centri commerciali, supermercati, stazioni, teatri, stadi ed in generale luoghi aperti al pubblico, ancora oggi, non si siano dotati di questi strumenti. Anche chi è preposto alla pubblica informazione si sofferma spesso più su banalità che sulla necessità di avere disponibili e saper far funzionari tali dispositivi”. Interventi di particolare serietà si sono verificati al centro commerciale di Campi Bisenzio nel dicembre 2010 e nel maggio 2011 quando il personale di vigilanza era intervenuto per salvare due bambini: nel primo caso si era trattato di una bambina di due anni che stava soffocando e un’improvvisa perdita di sensi nel secondo.