Campo di Volpaia, accordo tra Florentia calcio femminile e Sesto Calcio

SESTO FIORENTINO – E’ la Florentia Calcio femminile a gestire l’impianto sportivo del Volpaia dopo l’assegnazione avvenuta con una gara pubblica. La nuova gestione prevede anche un metodo diverso di gestione che prevede la collaborazione tra la Florentia Calcio Femminile e la Sesto Calcio che potrà continuare a mantenere la scuola per i bambini.

“Sono contento – dice il vicesindaco e assessore allo sport Damiano Sforzi – che si sia giunti a questa collaborazione perchè sul nostro territorio dove è presente il più alto numero di impianti sportivi c’è sempre più richiesta di attività sportive. Il calcio femminile è in espansione. La gara per l’affidamento della gestione si è conclusa il 6 febbraio scorso ed è prima iniziata in via provvisoria e ora in via definitiva. Dal 7 febbraio è iniziato un confronto da parte delle due società sportive per comporre le esigenze diverse. E’ vero, c’è stato un confronto serrato, ma poi sono arrivati ad una sintesi grazie alla intelligenza alla passione dei dirigenti”.
La Florentia calcio femminile si occuperà anche di interventi di ampliamento e miglioramento dello stadio.
“Siamo giunti alla conclusione delle trattative che non sono state facili – dice Paolo Moscatelli della Sesto Calcio – Non è stato semplice far collaborare due monti come quello del calcio femminile professionista e la scuola calcio maschile. Fortunatamente abbiamo trovato la Florentia che si sono presentati in punta di piedi e hanno dimostrato una apertura. E oggi riusciamo a garantire ai genitori dei bambini potranno fare scuola calcio in quel campo”. Sono coinvolti in questo progetto circa 250 bambini. “Penso che possa nascere una sinergia fra Sesto Calcio e Florentia. Rimangono Juniores e la Prima squadra che ad oggi non hanno capito dove potranno andare a giocare e spero si metta anche questo tassello”.

“La sfida è stata difficile – dice Tommaso Becagli – perchè è la prima grande sfida di integrazione nel mondo del calcio. Non era mai accaduto che una squadra femminile sia entrata nel mondo maschile. Nel mondo del pallone uan integrazione come questa è rara. La nostra è una associazione che vuole legarsi al territorio e con questo accordo vogliamo dimostrare che i due mondi quello maschile e quello femminile nel calcio possono convivere”. Attualmente sono 90 le tesserate, ma dal prossimo anno arriveranno altre 60 tesserate con due squadre. La Florentia (che prima utilizzava il campo del Cus universitario) ha domani un traguardo importante da raggiungere: la partita che si giocherà a Pescara.