Casa. Fino al 19 maggio le domande per il contributo affitto straordinario

CALENZANO – C’è tempo fino al 19 maggio per presentare al Comune le domande per chiedere il contributo affitto straordinario per il sostegno durante l’emergenza sanitaria. Questa misura straordinaria di sostegno è destinata ai lavoratori dipendenti e autonomi che, in conseguenza dell’emergenza causata dal Coronavirus, abbiano cessato, ridotto o sospeso la loro attività o il […]

CALENZANO – C’è tempo fino al 19 maggio per presentare al Comune le domande per chiedere il contributo affitto straordinario per il sostegno durante l’emergenza sanitaria. Questa misura straordinaria di sostegno è destinata ai lavoratori dipendenti e autonomi che, in conseguenza dell’emergenza causata dal Coronavirus, abbiano cessato, ridotto o sospeso la loro attività o il loro rapporto di lavoro. Non possono chiedere questa misura straordinaria gli assegnatari di alloggi ERP e chi usufruisce del contributo regionale GiovaniSì. Il contributo coprirà il 50% del canone di locazione e, comunque, in misura non superiore a 300 euro al mese. Il contributo sarà assegnato, permanendo i requisiti di accesso, per 3 mensilità successive a partire da aprile 2020 e sarà corrisposto mensilmente a seguito dell’approvazione della graduatoria. Per la formazione della graduatoria si terrà conto del valore ISE (e non ISEE ) dando priorità al valore più basso: in caso di parità sarà considerata la presenza di minori nel nucleo.Sarà valida l’Attestazione Isee 2019; qualora non se ne sia in possesso, si potrà presentare la DSU, con le modalità previste dalle disposizioni governative vigenti, per l’anno 2020. Nel modulo di domanda sarà possibile dichiararlo scrivendo il numero di protocollo nell’apposito spazio. Il Comune farà le necessarie verifiche a campione, anche a posteriori, e adotterà le misure previste dalla normativa in caso di dichiarazioni mendaci. Le domande devono essere presentate fino alle ore 24 di lunedì 19 maggio tramite mail da inviare all’indirizzo calenzano.protocoll[email protected]acert.toscana.it  (le domande devono essere firmate e deve essere allegata una copia del documento di identità del richiedente).