“Controllo del vicinato”, Lastra a Signa “in onda” nell’edizione del mattino del TG5

LASTRA A SIGNA – “Non siamo sentinelle della giustizia, né vogliamo fare le ronde. Siamo solo dei cittadini che vogliono aiutare gli altri”: inizia così il servizio relativo al “Controllo del vicinato” a Lastra a Signa andato in onda nell’edizione di ieri mattina, venerdì 26 aprile, alle 8 del TG5. Una vetrina nazionale per un servizio che ha visto l’amministrazione comunale lastrigiana, almeno rispetto agli altri Comuni della Piana, precorrere i tempi, aderendo al relativo protocollo predisposto della Prefettura e firmato il 30 ottobre 2018. Il via a marzo, adesso sono sette i gruppi di “Controllo del vicinato” attivi a Lastra a Signa: i cittadini che partecipano hanno seguito un corso tenuto dalla Polizia municipale e il loro compito è di mera osservazione riguardo fatti e circostanze che accadono nella propria zona segnalando la presenza di mezzi di trasporto o persone sospetti, presenza di auto o biciclette in un luogo pubblico che si sospettano rubate, persone in difficoltà, situazioni di degrado urbano, atti vandalici. I partecipanti al gruppo, fermo restando le dovute segnalazioni ai numeri di emergenza per fatti rilevanti che attengono alla sicurezza e incolumità delle persone, si limitano a riferire tempestivamente le informazioni acquisite ai coordinatori dialogando, per esempio, su gruppi WhatsApp. “Si tratta – ha spiegato il sindaco Angela Bagni – di un progetto pensato per aumentare la percezione di sicurezza dei cittadini attraverso la loro reciproca collaborazione e il loro coinvolgimento diretto, in coordinamento con le forze dell’ordine. Da parte nostra l’appello va a chiunque sia interessato a contattarci e partecipare per creare ulteriori gruppi”. Cliccando al link, il TG5 andato in onda con, al minuto 23, il servizio relativo a Lastra a Signa.

P.F.N.