Gandola (FI) “Centro chiuso per tre giorni senza avviso ai residenti”

CAMPI BISENZIO – “Anche stavolta ‘eccoci all’acqua’”. Lo sostiene il capogruppo di Forza Italia Paolo Gandola sulla polemica scoppiata per la chiusura di tre giorni al transito della Ztl del centro storico per il Pop-Up Lab, “senza alcun preavviso per i residenti” afferma Gandola.
“Considerato che dal 12 al giorno 14 dicembre – dice Gandola – si terrà nelle vie del centro storico la manifestazione Pop – Up, nel corso della quale si svolgeranno nelle vie S. Stefano e Roma e nelle piazze Dante, Matteotti e Fra Ristoro, alcune iniziative di promozione dell’artigianato e del commercio nonché verranno approntati dei laboratori dimostrativi,  il 10 dicembre è stata adottata l’ordinanza disponendo l’assoluto divieto di transito nell’area di cui alla Ztl del centro storico del capoluogo, compresa tra piazza Gramsci e via Buozzi, a tutti i veicoli con la sola eccezione dei soli mezzi di trasporto pubblico di linea, di soccorso e di polizia, dalle ore 9 del giorno 12 dicembre alle ore 24 del giorno 14 dicembre. Tutto cio, continua Gandola, ha fatto scoppiare la polemica dei residenti della zona ai quali, per ben tre giorni Paolo Gandolasarebbe vietato recarsi con la propria auto e verso i propri passi carrabili alle proprie abitazioni, sia in uscita, sia in entrata”.
Secondo Gandola sono state troppe “le sviste che sono state commesse dimostrando come la Giunta operi sempre con superficialità e impreparazione. In primo luogo infatti è mancata una doverosa quanto indispensabile comunicazione ai residenti del divieto e dello svolgimento della manifestazione mediante l’installazione di regolamentare segnaletica stradale che sarebbe stata dovuta apporre già nei giorni scorsi e che avrebbe evitato l’effetto sorpresa che i residenti hanno vissuto stamani quando sono state apposte le transenne per chiudere il transito. In secondo luogo per quale motivo nell’ordinanza non è stato previsto che siano esclusi dal divieto i residenti, per lo meno in determinate fasce orarie come quella serale e notturna e i portatori di disabilità ? Si è in tal modo riproposta l’esclusione dei residenti dai beneficiari ai quali è previsto l’accesso che si era già posta durante l’adozione del nuovo regolamento della Ztl di via Santo Stefano nel quale, prima dell’interrogazione di Forza Italia che ne determinò una sua modifica, non erano stati esclusi dai divieti di transito i veicoli dei residenti della zona”.
Per Gandola “si dimostra nuovamente l’impreparazione e la superficialità con la quale opera la Giunta del sindaco Fossi e tutto ciò a danno dei cittadini che si troveranno ‘appiedati’ per ben tre giorni a due passi dal Natale. Non si tratta certo un bell’inizio per il progetto sottotitolato con l’hastag #Riapriamo la Città”.