Inizia il secondo mandato del sindaco Angela Bagni, ieri sera la proclamazione ufficiale

LASTRA A SIGNA – Nella tarda serata di ieri, martedì 28 maggio, si è tenuta la proclamazione ufficiale per Angela Bagni, riconfermata sindaco di Lastra a Signa con il 62,02% (6.304 voti) appoggiata da Partito Democratico, Sinistra per Lastra e Lastra Civica. Gli altri candidati sindaco hanno ottenuto: il 29,32% Paolo Giovannini (sostenuto da Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia) e l’8,66% Pietro Milanesi del Partito Socialista. Questo l’esito del voto di domenica 26 maggio, quando sono andati alle urne 10.558 elettori su 15.470 aventi diritto per una percentuale dei votanti che si è attestata al 68,44%. “Il risultato elettorale ci ha dato una grande emozione e una grande soddisfazione, – ha spiegato il sindaco Angela Bagni – il 62% sta a significare che molti cittadini hanno apprezzato quello che abbiamo fatto negli ultimi 5 anni e anche quello che abbiamo proposto come coalizione per il futuro. Siamo stati una grande squadra. Adesso serve ricominciare da qui da questo affetto e da questa partecipazione e portare avanti quei progetti che abbiamo iniziato e non siamo riusciti a concludere nel corso dei 5 anni, oltre alle tante proposte e interventi per il futuro che abbiamo presentato anche in campagna elettorale. Sto già lavorando – ha concluso- per la composizione della giunta che sarà presentata nei prossimi giorni”. Grazie alle percentuali ottenute il Partito Democratico (48,18%) in consiglio comunale si presenterà con otto consiglieri ovvero: Francesca Tozzi, Marco Capaccioli, Duccio Zingoni, Sandra Mugnaini, Giacomo Cafaggi, Cristiana Cambi, Luciano Pucci e Leandro Becagli. Della lista Lastra Civica (7,04%) entrerà Nicola Montemurro, della lista Sinistra per Lastra (6,73%) Matteo Gorini.
Passando alle opposizioni, della Lega (20,08%) passeranno tre consiglieri, Luciano Giusti, Carla Porrari ed Enrico Meriggi. Per Forza Italia (5,91%) entreranno in consiglio comunale Paolo Giovannini (candidato sindaco della coalizione) e Ilaria Brandi. Fratelli d’Italia (3,47%) non ha raggiunto la percentuale utile per ottenere un consigliere nell’assemblea cittadina. Per quanto riguarda infine il Partito Socialista, che si è presentato da solo alle elezioni ottenendo l’8,59%, entrerà in consiglio comunale il candidato sindaco Pietro Milanesi.