“La Compagnia delle seggiole” racconta Enrico Caruso. A Villa Caruso

LASTRA A SIGNA – Appuntamento da non perdere, uno dei tanti da non perdere, per gli amanti di una “formazione” che, nata nel 1999, richiama la fiorentinità del gruppo e l’amore per il teatro di parola: “La Compagnia delle seggiole”. Ma anche per fare un salto indietro nel tempo, nel bel canto, in una delle dimore più belle della provincia di Firenze. “La Compagnia delle seggiole” sarà infatti a Lastra a Signa, a Villa Caruso, sabato 1 e domenica 2 giugno con “Enrico Caruso, la voce e la passione”, spettacolo che comprenderà anche la visita al intitolato proprio al grande tenore napoletano (intero 18 euro, ridotto 15 euro). Ovviamente in quello che è lo stile della “Compagnia”, nata dall’incontro di attori provenienti da città toscane e formazioni teatrali diverse. Dal nome emerge l’intenzione di legarsi al territorio (“seggiola” è un termine prettamente fiorentino) e di conservare un’impostazione “classica” dove il teatro deve essere parola. “I nostri spettacoli – spiegano – devono essere leggibili dal maggior numero di spettatori possibile. La rappresentazione deve essere sostenuta solo dal testo (e ovviamente dall’attore che lo recita). Da qui la scelta di scenografie scarne, in cui al massimo è presente qualche seggiola…”. Personaggi e interpreti: Enrico Caruso – Giorgio Casciarri (tenore), Giacomo Puccini – Fabio Baronti, Giovanni Caruso – Luigi Ragucci (pianista), Ada Giachetti – Sara Cervasio (soprano), Rina Giachetti – Sabrina Tinalli, al pianoforte Alessandro Manetti. Testo di Marcello Lazzerini, regia di Sabrina Tinalli, costumi di Giancarlo Mancini. Info e prenotazioni,
tutti i giorni dopo le 14 al numero di telefono 333 2284784.