Lancers Baseball, contro il Cali Roma la reazione di orgoglio che serviva

LASTRA A SIGNA – Serviva una reazione di orgoglio dopo l’amara sconfitta di Latina, terminata al quinto inning per pioggia, e quella reazione è arrivata proprio nel recupero della prima giornata contro il Cali Roma sul diamante di Lastra a Signa. Due vittorie importanti e pesanti quelle ottenute dai ragazzi di Barbieri che si sono imposti in entrambi gli incontri per manifesta superiorità: 19-4 gara 1 e 11-1 gara 2.

Nella gara del mattina la palla del partente va a Menoni, un paio di inning incerti e qualche valida fortunata portano alla formazione romana 4 punti; la reazione dei Lancers arriva con un secondo Big inning da 9 punti segnati merito di diverse hit e qualche base su ball concessa dai lanciatori avversari. Il pitcher fiorentino ritrova tranquillità e controllo supportato da una difesa molto precisa e autrice di giocate da categoria superiore, il Cali Roma non riesce a rendersi più offensivo mentre il lineup biancoblu aumenta in maniera costante il divario di punteggio.
Degl’Innocenti rileva Menoni al quinto e chiude la prestazione senza subire alcun punto; la partita termina anticipatamente per manifesta superiorità con il punteggio ormai arrivato a 19-4 a favore dei Lancers. Ottima prova nel box di tutti i battitori lastrigiani, nello specifico Baratella (nella foto) sfodera un’altra prestazione eccezionale.

La seconda gara viene riservata a Perez come lanciatore partente; a differenza della prima gara i primi a passare in vantaggio sono i Lancers con un esplosivo primo inning da ben 5 punti. Ancora un’ottima prova della difesa che aiuta in maniera eccellente il proprio pitcher che subisce un solo punto alla sesta ripresa sul punteggio di 10-0. Al settimo attacco Lancers, grazie alla valida di Canò, arriva il punto utile per finire prima del tempo anche questa partita e questa prima domenica giocata sotto un caldo sole quasi estivo. Altra notevole prestazione nel box per le mazze di casa che a fine giornata possono contare ben 30 punti segnati e più di 35 valide colpite.

Unica nota storta della giornata l’infortunio accorso ad Albano in una fase di gioco di gara 1 nella quale, causa collisione con il prima base romano, il battitore designato ha riportato una distorsione al ginocchio ed è costretto lasciare il campo in barella. Aspettiamo ulteriori controlli per capire l’entità dell’infortunio, nel frattempo facciamo un grande in bocca al lupo al nostro Silvano detto “Sasett”.