M5S: il sindaco prenda posizione contro l’inceneritore

CAMPI BISENZIO – Torna sul tema dell’inceneritore il Movimento 5 Stelle di Campi, e di nuovo si domanda che posizione assumerà il sindaco Emiliano Fossi – e se assumerà una posizione netta. ” Il 17 novembre il Comune di Campi è chiamato alla Conferenza dei Servizi richiesta da Q.tHermo per la realizzazione dell’inceneritore. – scrivono in una nota- Non è  quindi vero quello che il nostro sindaco ripete da sempre, cioè che l’inceneritore sarà sul territorio di Sesto e noi non abbiamo voce in capitolo”. I Cinque Stelle ribadiscono la propria contrarietà all’incenerimento dei rifiuti e ritengono che Q.tHermo “stravolga a proprio vantaggio l’interpretazione delle leggi” perseguendo il proprio interesse. “Q.tHermo chiede l’Autorizzazione Unica citando la legge regionale che riguarda gli impianti di produzione di energia – scrivono i M5S – L’inceneritore non è un impianto per la produzione di energia, i rifiuti non sono una fonte rinnovabile e non c’è alcuna indifferibilità e urgenza”, quindi secondo il Movimento, vengono meno i presupposti su cui si basano le richieste di Q.tHermo”. Il Movimento 5 Stelle di Campi conclude chiedendo al sindaco di prendere parte alla riunione dellla Conferenza dei Servizi del 17 novembre e di “difendere gli interessi dei propri cittadini”.