Sesto Fiorentino: scandalo Motorizzazione civile, un medico militare agli arresti domiciliari

SESTO FIORENTINO – Un medico militare si trova agli arresti domiciliari negli sviluppo dell’operazione Mazzarò che aveva portato la Polstrada ad eseguire 11 custodie cautelari nei confronti di 11 persone (tra cui tecnici e ingegneri della Motorizzazione civile dell’Osmannoro).

Un medico militare ieri è finito agli arresti domiciliari dopo che il Gip ha ravvisato a suo carico l’elevato rischio di inquinamento probatorio. La decisione del Tribunale di Firenze è seguita all’interrogatorio, tenutosi ieri in Tribunale a Firenze, alla presenza della Dr.ssa Anna Liguori e del Pubblico Ministero.

Nella circostanza, l’indagato avrebbe esibito una dichiarazione “spontanea” sottoscritta da un 79enne rivoltosi al professionista per effettuare la visita per il rinnovo del porto d’armi. L’anziano, in un verbale già rilasciato alla Polizia Giudiziaria lo scorso inverno, aveva lamentato che il medico non lo avesse minimamente visitato (“alzando lo sguardo solo per chiedergli i soldi”). Nell’occasione il militare gli avrebbe fatto sottoscrivere una dichiarazione nella quale il paziente asseriva di aver sostenuto la visita per il porto d’armi in maniera regolare.