Sesto Mondo incontri tra culture diverse

SESTO FIORENTINO – Sesto Mondo è un appuntamento di quatto giorni dedicato all’incontro tra culture diverse. L’iniziativa è promossa dal Comune di Sesto Fiorentino in collaborazione con la sezione soci Coop di Sesto e Calenzano e con Caritas Diocesana di Firenze, AttoDue – Laboratorio Nove, Arci, Acli, Emergency Sesto Fiorentino, Cngei, Ban Slout Larbi, Agesci, Sestoinbici. “Siamo riusciti a coinvolgere tante associazioni e realtà impegnate nella solidarietà, nell’educazione, nella diffusione di una cultura di pace, – dice l’assessore alle politiche sociali Camilla Sanquerin – per quattro giorni culture e lingue diverse si incontreranno in piazza IV Novembre, contaminandosi, dimostrando, attraverso la consocenza, che il pericolo non sono gli altri, ma soltanto la paura”.
Si comincia giovedì 14, alle 17, con un doppio appuntamento: la Cooperativa “Il Cenacolo” proporrà “Rimettiamole in Sesto”, un laboratorio di riciclo per bambini e adulti, mentre le Bibliomamme porteranno in piazza le fiabe dal mondo con “Incontriamoci raccontando”.
Venerdì 15, alle 21, Emergency proporrà “Senza Muri”, letture sul tema della pace. Alle 21.30 sarà la volta dell’incontro-dibattito “Nuove leggi per una nuova integrazione”, al quale prenderanno parte Simone Ferretti, responsabile immigrazione Arci Toscana, Camilla Sanquerin, assessore alle politiche sociali e integrazione, la senatrice Doris Lo Moro, relatrice del ddl sullo Ius Soli, Arber Agalliu rete Italiani Senza Cittadinanza. L’incontro, che in caso di pioggia si terrà presso la Libreria Rinascita, sarà moderato dal giornalista Jacopo Storni.
Sabato 16, alle 16, da via Cavallotti partirà la “Biciclettata della pace”, una pedalata per le vie del centro aperta a grandi e piccini. All’arrivo, in piazza IV Novembre, la sezione soci Coop offrirà una merenda.
Alle 17.30 i gruppi scout Agesci e Cngei di Sesto Fiorentino animeranno “Un mondo a colori”, pomeriggio di giochi per bambini. Alle 20, si può cenare con i piatti del mondo con “Il mondo a tavola”, cena etnica su prenotazione il cui ricavato sarà devoluto a progetti di educazione alla multiculturalità rivolti alle scuole di Sesto Fiorentino (info e prenotazioni al 3284896382, contributo euro 18 per gli adulti, 12 i bambini). Il coro multietnico “ConFusion” accompagnerà la cena, cui seguirà il concerto del gruppo “Singi Kaffo”.
Domenica 17, alle 18.30, alle 20, alle 21 e alle 22.30 andrà in scena “Parembolè”, performance teatrale itinerante, un viaggio in una tendopoli speciale per una battaglia culturale sui temi dei rifugiati. Tra gli attori, anche alcuni richiedenti asilo ospiti delle strutture di Sesto Fiorentino. Parembolè è un progetto di AttoDue e Laboratorionove Form, sostenuto da Unicoop Firenze e Sezione Soci Unicoop di Sesto Fiorentino e Calenzano. Dalle 20 alle 21, Acli, Agesci, Cngei e Caritas portano in piazza i “Pani dal mondo”, con uno spuntino a offerta libera preparato insieme ai giovani richiedenti asilo dei centri di Sesto Fiorentino.
Per tutta la durata di Sesto Mondo sarà possibile sottoscrivere l’iniziativa di legge popolare “Ero straniero – L’umanità che fa bene”.