Torneo di calcio a 5 delle Misericordie: vince Lido di Camaiore, Lastra a Signa seconda

LASTRA A SIGNA – Non ha mancato di riservare sorprese l’attesa finalissima del torneo di calcio a 5, quinta edizione, organizzato dalla Federazione Regionale delle Misericordie in collaborazione con il Csi Toscana. Nell’ultimo e decisivo atto della manifestazione, andato in scena martedì 18 giugno presso Spazio Reale a San Donnino, si sono sfidate la Misericordia di Lastra a Signa e quella di Lido di Camaiore. Impianto da “sold-out” per questa sfida che ha richiamato tanti sostenitori sia da una parte che dall’altra: moltissimi anche i supporters giunti dalla Versilia. Nel primo tempo Lastra attacca a testa bassa e sembra prendere in mano il pallino del gioco, ma alla prima occasione è Lido a passare avanti con un fulmineo contropiede concluso da un diagonale chirurgico. Dopo diverse occasioni fallite, Lastra trova il pari e, successivamente, anche il primo e unico vantaggio della serata (2-1). Prima dell’intervallo, però, Lido raggiunge la parità grazie a una conclusione dalla distanza che coglie impreparato l’estremo difensore lastrigiano. Nella ripresa il leitmotiv del match non cambia, con Lastra che si fa preferire per tecnica e possesso palla, mentre i ragazzi di Lido difendono con ordine e sono bravi a creare spazi in fase di ripartenza. Più volte Lastra sfiora la terza rete, che non arriva, vuoi per imprecisione, vuoi per gli ottimi interventi del portiere versiliese. A tre minuti dalla fine del tempo regolamentare è Lido di Camaiore a mettere “il naso avanti” con un tiro di potenza da pochi passi di Manfredini. Dall’altra parte è l’estro di Sammarco a tenere accese le speranze di Lastra con la rete del 3-3. Negli ultimi sessanta secondi succede di tutto: Lido mette a segno la marcatura che sembrerebbe mettere fine ai giochi, ma Lastra ci crede fino all’ultimo e nei secondi conclusivi è ancora Sammarco a siglare il gol dell’incredibile 4-4. Il match si decide, così, ai calci di rigore, anche questi interminabili, con un solo errore per parte: si prosegue a oltranza fino a quando il tiro di Selvaggi viene neutralizzato dal numero 1 di Lido, autore di una vera e propria prodezza. La coppa va alla Misericordia Lido che iscrive il proprio nome nell’albo d’oro della competizione.
Lastra a Signa, seconda classificata, deve consolarsi con la vittoria della coppa fair play. In precedenza si sono sfidate la Misericordia di Prato e quella di Galciana per la gara che metteva in palio il terzo e quarto posto: Prato ha trionfato con il punteggio di 6-3, trascinato dal suo bomber Mirko Giaconia, che si è laureato capocannoniere del torneo con ben 27 reti.