Dhl, accordo per la stabilizzazione dei lavoratori

SESTO FIORENTINO – Entreranno a far parte dei dipendenti di Dhl Express 80 soci lavoratori. Un risultato che la Filt Cgil giudica positivamente. “Con la presentazione della piattaforma regionale nel settore dei Courier – dice Gabrio Guidotti della Filt Cgil regonale Toscana – si puntava ad un miglioramento. Il primo risultato ottenuto è stato la disponibilità da parte di Dhl di stabilizzare gli 80 lavoratori che così passano da soci lavoratori a dipendenti. Riuscendo quindi a sterilizzare il Job Acts, poichè questi lavoratori avranno la vecchia normativa”.

L’accordo siglato  è il primo in Toscana ed è stato realizzato con quattro aziende che operano in appalto nella filiale di Sesto Fiorentino i cui dipendenti sono 44. Per la Cgil i vantaggi sono sia per i lavoratori che per l’azienda.

“Questo è un settore in espansione – dice Ettore Montagna di Filt Cgil Avm FiPoPt – e che ha chiuso il 2015 con circa 6 miliardi di euro. Il settore del commercio elettronico è cresciuto. La consegna è un valore aggiunto e la concorrrenza a questo punto è sulla qualità della consegna, del rapporto di chi consegna con il cliente”.

Secondo la Cgil è il primo passo per la “riconquista di buone condizioni di lavoro per i lavoratori courier in appalto, dopo anni di gioco al ribasso, che porta pari dignità tra lavoratori in appalto e lavoratori diretti”. Questo accordo, conclude il sindacato, potrebbe essere esteso anche ad altre aziende.