In molti per l’ultimo saluto all’uomo ucciso dal pirata della strada

SESTO FIORENTINO – La Pieve di San Martino era piena questa mattina per il funerale di Salvatore Stigliani, l’uomo di 58 anni ucciso dall’auto pirata martedì scorso in viale Togliatti. Salvatore Stigliani era originario della provincia di Foggia, lavorava come operaio e questa mattina tanti amici e conoscenti si sono riuniti attorno alla famiglia. Anche don Daniele, celebrando il funerale, ha espresso la propria vicinanza alla famiglia, alla moglie Caterina e ai figli Ivan, Valentina, Serena e il fratello Rocco.

Dolore, sgomento, rabbia: sono stati questi i sentimenti che tutti coloro che hanno conosciuto Salvatore provano dopo questa tragedia. “Non permettete che sia la rabbia a prendere il sopravvento – ha sottolineato don Daniele – non soffermiamoci su quello che manca, ma su quello che c’è”. “In questi giorni – ha ricordato don Daniele – sono state molte le persone vicine a tutta la famiglia e per questo la famiglia di Salvatore ringrazia tutti coloro che sono stati raccolti attorno al loro dolore”.

L’incidente nel quale ha perso la vita Salvatore Stigliani è avvenuto in viale Togliatti il 2 gennaio scorso. Stigliani stava attraversando la strada quando è stato travolto da una vettura. L’uomo che era alla guida di una vecchia vettura, sarebbe stato sotto l’effetto della cocaina. Prima di raggiungere viale Togliatti aveva provocato un altro incidente in via Gramsci all’incrocio con viale Michelangelo. L’uomo che era alla guida dell’auto pirata è stato bloccato dai carabinieri che lo hanno arrestato.