Lanciotto, contro il Maliseti arriva una sconfitta senza appello

CAMPI BISENZIO – Arriva la quarta sconfitta consecutiva per la Lanciotto Campi. In una partita in cui, a differenza di quelle precedenti dove comunque aveva dimostrato un grande coraggio, la bocciatura è senza appello. Un 4-0 pesante con il Maliseti che, dopo esser passato in vantaggio con un rigore non del tutto chiaro, ha dominato il secondo tempo chiudendo il match nella sua fase più calda. Ma andiamo con ordine.
Il Maliseti Tobbianese parte subito in avanti guadagnandosi due corner che però non mette a frutto. Il primo squillo della Lanciotto arriva al 5’ con Manganiello che manovra aprendo per Palaj; da questi a Perugi che viene però chiuso. Le due squadre si studiano equivalendosi in ogni reparto; al 12’ la Lanciotto torna a farsi pericolosa con Marrazzo che calcia da fuori ma, complice una ribattuta, il suo tiro finisce in corner. Questo però non viene sfruttato dai campigiani. Al 18’ occasione da segnalare per gli amaranto: Landolina ruba palla a Marrazzo, vola sulla fascia e prova a servire Lorenzi a centro area. Cantini controlla l’avversario e salva tutto. Sulla ripartenza campigiana Bini ruba la sfera a un avversario ma il suo tocco la fa finire tra le mani di Battagliero.
Al 25’ Lorenzi cade in area, per il direttore di gara non ci sono dubbi; è penalty. Sul dischetto si presenta Landolina che si fa ipnotizzare da Giovanniello. L’estremo difensore della Lanciotto non controlla e sulla ribattuta sempre Landolina calcia ma trova un’altra volta Giovanniello. Sul terzo tentativo però il numero uno campigiano non può nulla. La Lanciotto prova a rispondere al 29’ con Palaj che calcia da lontano ma trova Battagliero. Dopo diversi minuti di equilibrio più totale, dove nessuna squadra riesce più a tirare in porta, il Maliseti torna a farsi pericoloso al 42’. Lorenzi si invola verso la porta, salta un avversario e punta Giovanniello; Lari in chiusura salva tutto.
Le squadre rientrano dagli spogliatoi come nel primo tempo; una Lanciotto che prova a costruire ma non ci riesce e un Maliseti cinico e preciso. Dopo un primo tentativo terminato alto con Bini è il Maliseti a farsi pericoloso. Caggianese dal versante sinistro dall’area di rigore prova il tiro ma trova Giovanniello. Al 52’ i campigiani ci provano con Bini che si incunea nelle linee avversarie e tenta il cross. Battagliero c’è. Lanciotto in avanti, punizione di Favilli, il Maliseti respinge, Perugi prova con un gioco di gambe a entrare in area ma Landolina lo ferma. Al 63’ Lorenzi sfugge alla marcatura di Cantini, si trova davanti a Giovanniello che in grande stile blocca con la manona. Due minuti più tardi Berti elude la marcatura e si trova davanti a Giovanniello che esce ma viene saltato con un pallonetto: 2-0 per i pratesi. Al 70’ arriva il terzo gol ospite, la Lanciotto è in dieci uomini a causa dell’infortunio di Lari, Caggianese apre per Lorenzi che di testa si inventa uno strano campanile che beffa Manganiello. Al 75’ Berti chiude definitivamente il match siglando la quarta rete per il Maliseti Tobbianese; il numero sette salta in scioltezza Perugi ed eluso Giovanniello sigla il quarto gol con un diagonale rasoterra. Al 86’ la Lanciotto prova a rialzare la china con Manganiello ma trova Battagliero in presa sicura. Ancora Lanciotto sul finire, Bechini serve a centro area ci arriva Giovanchelli, ma l’estremo difensore granata para. Sul finire il Maliseti spinge ancora ma Giovanniello esce ed evita il quinto goal. In recupero, i campigiani non ci stanno e spingono con Giovanchelli che dalla sinistra manda fuori.
Una sconfitta pesante, sia in termini di risultato che di classifica, perché complici gli altri risultati le dirette rivali si allontano. Sono sei i punti dalla Baldaccio Bruni, prossima avversaria proprio della Lanciotto che rimane all’ultimo posto in classifica.

Lanciotto Campi: Giovanniello, Lari (dal 71’ Giovanchelli), Bini, Carradori, Strufaldi, Cantini, Favilli, Marrazzo, Palaj (dal 77’ Dondoli), Perugi (dal 77’ Bechini), Manganiello. A disp.: Zaccardo, Fenu, Berillo, Petri. All.: Vallerini
Maliseti Tobbianese: Battagliero, Casarin, Marini, Lupetti (dal 73’ Nardoni), Di Giusto, Tarli, Berti, Myslihaka, Lorenzi (dal 78’ Rosi), Landolina (dal 82’ Bianchi), Caggianese. A disp.: Colombo, Del Bianco, Giandonati, La Penta.All.: A. Bartolini.
Arbitro: Gioiele Iacobellis di Pisa coadiuvato da Vannini e Marchetti di Pistoia
Marcatori: al 27’ Landolina, 65’ Berti, 70’ Lorenzi, 75’ Berti. Ammoniti Nardoni e Perugi. Recupero 0+2’. Presenti circa 100.
Le pagelle
Giovanniello 6 Meriterebbe molto di più, ma complici le quattro reti subite, su cui non ha colpa, il suo voto scende. Comunque ci crede, forse più di tutti.
Lari 6+ Esce in ambulanza, ma comunque mette in piedi una delle migliori prestazioni fra i suoi. Un augurio di pronta guarigione per l’infortunio subito. Dal 71’ Giovanchelli 6: prima di lui il reparto offensivo era quasi inesistente.
Bini 6.5 Il migliore tra le fila rossoblu, tra i più pericolosi in avanti.
Carradori 5 Il dubbio rigore è causato da lui, si destreggia bene ma capita che sbagli qualcosa.
Strufaldi 5.5 Come sopra.
Cantini 5 Dopo un buon primo tempo, si perde Berti sul secondo goal e va in confusione
Favilli 5.5 Si fa vedere in avvio del secondo tempo, per il resto poco o nulla
Marrazzo 5 Prestazione incolore, un po’ l’indice della condizione della squadra
Palaj 5 Due palle toccate. Prova a fare il gioco sporco ma la difesa amaranto non ci casca. Dal 77’ Dondoli n.g
Perugi 5.5vSolitamente il capitano rossoblu si danna per 90’. Oggi no, è un Perugi a fasi alterne. Dal 77’ Bechini n.g
Manganiello 6 Come sopra, alterna periodo di buon gioco a periodi di niente. Quando parte ci ricorda che esiste anche un attacco.
Dario Baldi