“Metti sul tavolo le tue idee per Lastra”: sabato 2 febbraio a Tripetetolo

LASTRA A SIGNA – “Metti sul tavolo le tue idee per Lastra”: questo il tema dell’iniziativa organizzata dal Pd di Lastra a Signa per sabato prossimo, 2 febbraio, alla Casa del popolo di Tripetetolo, in via Livornese, in Sala Fossi. Un pomeriggio per incontrarsi, per confrontarsi, per mettere appunto “sul tavolo” le idee e le […]

LASTRA A SIGNA – “Metti sul tavolo le tue idee per Lastra”: questo il tema dell’iniziativa organizzata dal Pd di Lastra a Signa per sabato prossimo, 2 febbraio, alla Casa del popolo di Tripetetolo, in via Livornese, in Sala Fossi. Un pomeriggio per incontrarsi, per confrontarsi, per mettere appunto “sul tavolo” le idee e le proposte che tutti i cittadini, oltre agli iscritti al partito naturalmente, hanno in mente in vista delle elezioni amministrative di fine maggio.

L’incontro, infatti, è aperto a tutti e prevede una serie di tavoli tematici “per parlare di tematiche importanti – si legge in una nota – per la nostra comunità”. Questi gli argomenti scelti: a) Dalla Smart City alla città sostenibile: come le nuove tecnologie possono favorire lo sviluppo del nostro Comune. b) Il futuro passa dalla mobilità: pensiamo a come si muoverà la Lastra a Signa del domani. c) Agricoltura, ambiente e turismo: nuovi percorsi per lo sviluppo del territorio. d) I giovani e la famiglia al centro: le politiche come motore della crescita culturale e sociale della città. e) La sicurezza come bene comune: facciamo di questo tema un fattore di aggregazione e condivisione sociale. f) Lastra a Signa città relazionale: il valore aggiunto dato dal forte legame tra comunità e associazionismo. g) Lastra a Signa città resiliente.

Questo invece il programma: alle 14.30 introduzione ai tavoli, alle 14.45 costituzione dei tavoli e inizio dei lavori, alle 17.45 conclusione dei tavoli a cui seguirà, alle 18, un incontro con il sindaco Angela Bagni e subito dopo un aperitivo.

Per avere ulteriori informazioni o per partecipare, scrivere una e-mail all’indirizzo [email protected]

Pier Francesco Nesti