Parco agricolo della Piana, nuovi fondi dalla Regione

FIRENZE – Soldi in arrivo dalla Regione per i comuni della Piana. Stamani c’è stato in Regione un incontro convocato dall’assessore Anna Marson per il cofinanziamento di alcuni progetti per la realizzazione del Parco agricolo della piana dei Comuni di Sesto fiorentino, Campi Bisenzio, Signa e Calenzano in base alla graduatoria del bando del 2012. Per il Comune di Sesto è intervenuto il sindaco Sara Biagiotti con l’assessore Michela di Matteo, per Signa era presente il vicesindaco Sara Ambra, oltre al sindaco di Calenzano Alessio Biagioli e all’assessore Stefano Salvi di Campi Bisenzio.

“Vista la disponibilità di ulteriori risorse finanziarie, pari a 1,5 milioni – ha annunciato Marson ai rappresentanti dei Comuni interessati – siamo in grado di far scorrere la graduatoria e di finanziare i progetti per il Parco agricolo della Piana finora rimasti fuori. Nell’occasione c’è anche la possibilità di ridefinire e ottimizzare in parte i progetti, anche in relazione alla approvazione dell’integrazione al Pit avvenuta nello scorso mese di luglio da parte del Consiglio regionale”.

Questi i progetti valutati. Nel Comune di Sesto Fiorentino, le Vie d’acqua Gora, percorso campestre da San Lorenzo al parco, e Acqualunga di Settimello, dal borgo di Padule al parco, oltre al percorso ciclopedonale est con la realizzazione di un punto di sosta che sia porta per il Polo scientifico (quota Regione 318mila euro su 550mila di costo totale); nel Comune di Campi Bisenzio una nuova passerella ciclopedonale sul Bisenzio, in prossimità della Rocca Strozzi, che si riconnette al percorso Rocca-Gonfienti (quota Regione 810mila euro su 1.350mila).

Nel Comune di Signa la pista ciclabile sulla sponda sinistra del fosso della Monaca da San Mauro a San Piero a Ponti (quota Regione 58mila euro su 117mila); nel Comune di Calenzano le porte di accesso al Parco di Travalle (dalla Regione 240mila su 400mila totali) con l’acquisizione di un vecchio mulino da trasformare in un centro visite.

Soddisfazione è stata espressa dall’assessore Marson “perché si riesce a portare a compimento un percorso già avviato che rilancia il Parco agricolo della Piana,un progetto di area vasta sovracomunale e sovraprovinciale che migliora l’intero territorio periurbano. E’ un’occasione importante per potenziare qualità della vita e attrattività anche delle urbanizzazioni che si affacciano sul parco, coniugando il rilancio dell’agricoltura di qualità per ‘nutrire le città’ con la qualità ambientale e la valorizzazione culturale e paesaggistica”.

Da parte degli altri partecipanti all’incontro è stato sottolineato che “in questo modo – come afferma il vicesindaco di Signa Sara Ambra – tutti insieme diamo concrete risposte ai nostri cittadini e per noi di Signa significano altri passi in avanti per una migliore vivibilità e mobilità su tutto il territorio”. Per il sindaco di Calenzano, “questo è un ulteriore tassello per completare il parco di Travalle in connessione con le aree di pregio dell’area fiorentina”.

“Siamo soddisfatti – ha detto il sindaco di Sesto Fiorentino, Sara Biagiotti – perché riusciamo a realizzare progetti che rafforzano quanto l’amministrazione di Sesto sta portando avanti sul fronte della tutela ambientale e della promozione della mobilità sostenibile, in particolare sull’incentivo all’utilizzo della bicicletta anche per gli spostamenti quotidiani casa-lavoro. Gli interventi, sia i percorsi che la pista ciclabile, stabiliscono così un collegamento tra il Parco, la zona nord di Sesto e il centro cittadino”.

Per l’amministrazione di Campi Bisenzio questo ulteriore finanziamento permette di consolidare il percorso già intrapreso con la realizzazione degli interventi relativi all’accordo Comune – Regione, rivolti alla riconnessione del territorio della Piana attraverso le emergenze culturali ed ambientali dei singoli comuni e attraverso la creazione di percorsi di mobilità dolce. La passerella oggetto del finanziamento consentirà di attraversare il fiume Bisenzio, ristabilendo un rapporto antico tra la Rocca Strozzi, il fiume con i suoi ambiti naturalistici e i luoghi degli importanti ritrovamenti archeologici a Gonfienti.