“Album di ricordi”: la parrocchia della Natività spegne 50 candeline. In un libro tutta la storia

LASTRA A SIGNA – Potremmo definirle le nozze d’oro con il territorio, con una comunità, in questo caso con quella parte di Lastra a Signa che fa capo alla parrocchia della Natività. Che adesso comprende anche Calcinaia e Santa Maria Castagnolo e che per domenica 12 maggio ha organizzato una giornata di festa per celebrare degnamente questo importante traguardo: i 50 anni della parrocchia della Natività. Il 23 marzo 1968, infatti, il cardinale e arcivescovo di Firenze Ermenegildo Florit benedì la posa della prima pietra, il proposto di San Martino a Gangalandi era don Gino Severini e la necessità di costruire una nuova chiesa nacque anche dalle nuove abitazioni costruite nel territorio di San Martino a Gangalandi ma anche Santa Maria a Castagnolo e Santo Stefano a Calcinaia. La zona di Corea insomma. Chiesa che fu ultimata un anno dopo mentre nel dicembre del 1968 era stato nominato parroco don Norberto Poli. E di questo e di tanto altro ancora se ne parlerà domani, a partire dalle 16, grazie al libro scritto da Pietro Marinesi dal titolo “Album di ricordi – La parrocchia della Natività compie cinquant’anni” e che sarà presentato proprio in chiesa. Oltre all’autore saranno presenti don Stefano Cherici, don Norberto Poli e Paolo Raffini, presidente del Banco Fiorentino, banca che ha contribuito alla realizzazione del libro. La giornata si concluderà alle 18.30 con la celebrazione della Santa Messa solenne.