Calenzano: mercato del 25 Aprile, i Comunisti italiani sono contrari

Il segretario dei Comunisti Italiani della Piana, Riccardo Marconi esprime “disappunto per la decisione di far svolgere il consueto mercato  settimanale il prossimo mercoledì che pur essendo giorno di mercato a Calenzano cade proprio il 25 Aprile, giorno della festa della liberazione”. I Comunisti italiani sottolineano che, sul territorio, sarrebbe stato meglio che l’amministrazione comunale avesse promosso iniziative diverse dal mercato. Prima di far pensare agli acquisti, sostiene Maconi, sarebbe stato meglio dedicarsi “alla riflessione sui valori antifascisti e alla qualità della nostra democrazia. Se proprio non si voleva creare impedimenti al commercio che già purtroppo non naviga in buone acque in questo periodo, crediamo che avrebbero
potuto spostarlo ad altra data”. Marconi ricorda come, nel recente passato, l’amministrazione “abbia sempre messo a fondamento della propria azione politica proprio i valori della Resistenza. Vorremmo che lo avesse fatto anche in questa occasione”.