Emergenza casa: taglio del nastro per il “Santa Caterina”, tre i monolocali

LASTRA A SIGNA – Una nuova vita per un immobile comunale situato nel centro storico di Lastra a Signa. E’ stato inaugurata infatti all’interno dell’edificio denominato Santa Caterina in piazza Garibaldi una struttura dedicata all’emergenza abitativa. Un progetto unico nel suo genere almeno fra i Comuni del comprensorio fiorentino, come hanno spiegato dai rappresentanti dell’amministrazione comunale, che sarà gestito dai servizi sociali del Comune per ospitare nuclei familiari ridotti di cittadini residenti che si trovano a vivere situazioni di sfratto o disagio abitativo in via emergenziale. Per i brevi periodi di ospitalità all’interno della struttura le famiglie pagheranno una quota mensile comprensiva di affitto e utenze. La struttura è suddivisa in 3 monolocali di 40 metri quadrati l’uno che hanno in comune uno spazio condiviso di 32 metri quadrati e una lavanderia. “Il progetto degli immobili all’interno del Santa Caterina – spiegano dal Comune – non è innovativo solo dal punto di vista sociale ma anche da quello energetico, gli appartamenti sono stati realizzati, grazie all’intervento curato da Casa Spa, con criteri ad alta efficienza energetica e classificati in classe A4 nearly zero energy building (a energia quasi zero), sono dotati di stufe a pellet, sistema a cappotto per l’isolamento delle pareti e consumano 18 kwh metro quadro anno. La copertura è in legno e coibentata con sistema di ventilazione”. “Un progetto di questo tipo è altamente innovativo anche perché totalmente finanziato con risorse pubbliche e con una progettualità condivisa, – ha spiegato il sindaco Angela Bagni – pensato dalla nostra amministrazione per venire incontro ad emergenze abitative dei cittadini. Una risposta importante per il territorio, soprattutto in una fase storica di crisi economica e sociale”.