Sfida in cucina: allo St.Art i cuochi preparano piatti al cinghiali

CALENZANO – Come si cucina il cinghiale? Ciascuno ha la propria ricetta e vorrebbe far assaggiare il piatto preparato. E’ così che l’Associazione dei Cuochi Fiorentini ha deciso di dare il via via alla “Prima Gara internazionale De’ Quochi”. Una serata all’insegna del gusto e della buona cucina martedì 16 febbraio allo St.Art di via Garibaldi.
La serata è organizzata dall’Associazione Cuochi Fiorentini in collaborazione con Sinaptic smart multinational, l’Associazione Turistica Calenzano, Orologio 2.0 Network e Este Farm Texas Toscana.
Nella competizione i cuochi dell’associazione si sfideranno nella preparazione di piatti a base di cinghiale, che verranno valutati poi dai commensali durante la cena, in
abbinamento a vini e birre appositamente scelti dagli chef. A partire dal pomeriggio i locali saranno allestiti con gli stand di circa 20 produttori di eccellenze agroalimentari, che hanno ricevuto la qualificazione “Seal of Approval” dai cuochi dell’Associazione. A rendere internazionale l’evento, la partecipazione di 4 importatori esteri del settore food che degusteranno i prodotti in esposizione insieme ad alcuni ristoratori. Un evento il cui nome fa tornare indietro nel tempo fino al XVI–XVII secolo, quando a Firenze erano attivi gruppi di cuochi professionisti che godevano di grande prestigio riuniti all’interno della “Venerabile Compagnia dei Quochi”: un’Associazione di autotutela e reciproco sostegno e strumento per opere benefiche. La Confraternita ha svolto per secoli una benemerita ed intensa attività di promozione spirituale, culturale e sociale alla Chiesa di San Salvatore in Ognissanti e poi presso la Chiesa di Santa Margherita dei Cerchi.