Signese “in trasferta” per gettare i propri rifiuti: multato dalla Polizia municipale

SIGNA – Per scaricare rifiuti, per abbandonarli perché “indesiderati” si va anche in trasferta. Una brutta abitudine, che purtroppo si ripete spesso e che nei giorni scorsi ha visto come “protagonista” anche un signese che si è recato a Firenze per gettare materiale della sua ditta in un cassonetto, ma è stato sorpreso da una pattuglia della Polizia municipale che lo ha multato. Gli agenti del distaccamento dell’Isolotto erano impegnati in una serie di controlli finalizzati al contrasto dell’abbandono rifiuti quando hanno notato un furgone che si avvicinava alla postazione dei cassonetti all’interno di un parcheggio di via San Bartolo a Cintoia. Fermato il mezzo, il conducente è sceso e ha iniziato a gettare materiale all’interno della campana di raccolta multimateriale. A quel punto gli agenti sono intervenuti e hanno identificato l’uomo, 46 anni, residente a Signa. I rifiuti, soprattutto canaline in plastica, erano il frutto della propria attività lavorativa, un’azienda di impianti elettrici. E non potevano essere gettati nei contenitori per la raccolta urbana ma seguire uno smaltimento distinto per il quale è richiesta un contributo specifico. Il signese è stato multato per 166.67 euro.