Alloggi Erp, FI: “Campi faccia come Verona, punteggio in base agli anni di residenza”

CAMPI BISENZIO – Il gruppo di Forza Italia di Campi ha incontrato ieri a Verona il sindaco della città Flavio Tosi, insieme al capogruppo del partito di Verona Daniele Polato e al senatore di Forza Italia Stefano Bertacco, già assessore alla Casa e ai Servizi Sociali durante la prima Giunta Tosi.

Al centro dell’incontro con il sindaco, nel suo studio, spiega il gruppo consiliare di Forza Italia, c’è stata l’emergenza abitativa e sociale. “Con il Sindaco Tosi – spiegano Paolo Gandola e Chiara Martinuzzi – abbiamo potuto colloquiare in merito alla proposta assolutamente innovativa e che rappresenta un unicum nel panorama italiano relativa ad una modifica delle norme di assegnazione degli alloggi Erp previste ed inserite nel bando del Comune di Verona concernente l’attribuzione di un punteggio maggiore (da 1 punto fino a 4) da imputare in relazione agli anni di residenzialità sul territorio veronese. Siffatta proposta, che costituisce la terza proposta del progetto ‘Dalla parte di chi merita’, dopo il Conto di solidarietà e l’emporio sociale che noi di Forza Italia proponiamo siano istituite nel territorio campigiano,  è stata, altresì,  dichiarata corretta dagli organi dell’unione europea ed in particolar modo dalla Commissione europea che nel luglio scorso ha archiviato la richiesta di procedura di infrazione richiesta nei confronti dell’Italia proprio per il bando previsto dal Comune di Verona”.

“Durante l’incontro – continuano Gandola e Martinuzzi – il Sindaco Tosi ci ha consegnato tutta la documentazione del caso, relativa anche alla controversia vinta con la commissione europea, affinché sia possibile con tali documenti, riproporre sul territorio campigiano siffatta proposta che intendiamo, quanto prima, portare all’attenzione della V commissione consiliare e del Consiglio Comunale campigiano. Nondimeno, fin da sabato prossimo, annunciano i consiglieri azzurri, avvieremo una raccolta firma affinché anche i cittadini possano richiedere a gran voce che anche Campi Bisenzio segua l’ottimo esempio del Comune di Verona”.